Il tuo browser non supporta JavaScript!

Blog

Andare dallo psicologo è NORMALE

pubblicato il 26 marzo 2019

Oggi propongo una piccola riflessione: sono stufo di sentire dire alle persone che lo psicologo cura i matti, dallo psicologo non ci voglio andare perché io mi sento normale, se vado dallo psicologo è perché sono malato, diverso.

Cosa è la normalità? Quale relazione ha la normalità con la terapia e con la psicoterapia? La norma altro non è che una statistica sociale, ciò che è determinato come normale è un comportamento assunto da un determinato numero di persone, tendenzialmente un numero di persone abbastanza grande da far rientrare questo comportamento in un criterio di uguaglianza e di similitudine con gli altri in modo tale che poi la società lo legga come normale e come comune. Normale quindi è come se fosse sinonimo di comune, ovvero posseduto anche dagli altri. Ci sono quindi una serie di cose che diventano normali, che si trasformano in normali. Basta vedere le evoluzioni sociali per esempio ciò che adesso è normale come la separazione e il divorzio vent’anni fa non lo era. Pensiamo a ciò che noi consideriamo normale e non lo è invece per popoli di altre culture come per esempio l’astinenza sessuale dei preti. Pensiamo anche ai tatuaggi sulla pelle, sulle braccia, sulle gambe e su altre parti del corpo: vent’anni fa non era normale incontrare una persona completamente tatuata, oggi lo è.

La normalità altro non è che una statistica sociale. Le statistiche dicono anche che una persona su tre, quindi il 30% della popolazione, almeno una volta nella vita potrebbe vivere una condizione di forte ansia o attacco di panico. Se a questo 30% aggiungiamo tutti gli altri possibili disagi come le disfunzioni sessuali o i disturbi dell’umore, la depressione, il numero di persone che potrebbe avere una condizione di disagio psicologico aumenta.

Vivere un disagio psicologico è normale! Una persona su tre che potrebbe vivere una sensazione di ansia, in aggiunta a tutti gli altri disagi, è in numero maggiore rispetto la possibilità di incontrare una persona con le braccia completamente tatuate, o rispetto la possibilità di incontrare persone separate o divorziate.

Il disagio psicologico nella vita delle persone è normale e pure la repentina richiesta d’aiuto lo è, ma non è ancora considerato tale, nonostante le statistiche affermino il contrario.

 

 

Vuoi saperne di più?

Il Network

Minds - Psicologia per lo sviluppo
CHANGE - Centro di Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Minds - Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Mama-o