Il tuo browser non supporta JavaScript!

Blog

Coppia di amanti: perché spesso fallisce

pubblicato il 12 aprile 2018

Ti sei mai chiesto perché le coppie di amanti, una volta che escono alla luce del  sole, ad esempio perché interrompono le loro precedenti relazioni per stare appunto con il nuovo partner, spesso non “sopravvivono”? Nel senso che finiscono per lasciarsi dopo un breve periodo


Le motivazioni dal mio punto di vista sono principalmente due: la prima è che chi è amante si accontenta. Essere amante vuol dire essere un po' come l’acqua, riuscire ad occupare lo spazio che viene lasciato libero dalla relazione che è arrivata a cronologicamente prima e quindi questo fa presumere che tutto ciò che si riesce ad ottenere sia un successo. Questo ovviamente crolla, cambia completamente, nel momento in cui la relazione diventa alla luce del sole, poiché tutte quelle piccole cose che prima sembravano una grande conquista vengono date per scontate e questo fa progressivamente scendere il coinvolgimento, la passione e l’entusiasmo. 


L’amante è portato a chiedersi “ma questa è la relazione che volevo? Questo era ciò che mi aspettavo nonostante i presupposti? Se prima riuscivo ad ottenere così tanto con così poco come può essere che adesso ottengo solo questo?”. 


La risposta dal mio punto di vista riguarda il fatto che è necessaria un’evoluzione, cioè si deve passare oltre a questa configurazione da amanti, in cui ci si fa bastare ciò che si ha, per passare a quella di una coppia vera e propria. Si deve ristrutturare il tempo insieme e si deve essere capaci di vivere anche i momenti di calma e non solamente la foga e l’entusiasmo. 


La seconda motivazione per cui queste coppie spesso falliscono lo ascrivo principalmente al fatto che molte volte la coppia di amanti o comunque una relazione parallela, serve per riuscire a muoversi, riuscire a scappare dalla relazione in essere, una specie di cavallo di troia al contrario. 


Ci si butta in una relazione parallela con l'obiettivo di farsi portare lontano dalla relazione che si sta vivendo, ma si è pronti a scendere da questo cavallo nel momento in cui ci si rende conto che ha fatto il suo dovere, permettendo di raggiungere il proprio obiettivo, di interrompere una relazione che magari da soli non si sarebbe riusciti ad interrompere.  


Una volta ottenuto ciò che interessa ci si rende anche conto che la relazione è stata un espediente. L'amante ha permesso di uscire da una vecchia relazione, ma sicuramente non va a riempire la testa e il cuore al punto da permetterne una nuova con la persona che fino a quel momento si credeva di amare.

Vuoi saperne di più?

Il Network

Minds - Psicologia per lo sviluppo
CHANGE - Centro di Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Minds - Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Mama-o