Il tuo browser non supporta JavaScript!

Blog

Tradimento: tornerà tutto come prima?

pubblicato il 9 luglio 2018

Il più grosso errore delle coppie che affrontano un tradimento, con il fine di risolverlo, è quello di darsi come obiettivo: “tutto tornerà come prima”.


“NO”, non è vero, anzi dirò di più, questo è impossibile, perché far tornare tutto come prima in una coppia, nel bene o nel male, è impossibile. La relazione di coppia è come un fiume che scorre, è impossibile da fermare.


Nel momento in cui ci si trova ad affrontare un evento, positivo o negativo (in questo caso ovviamente negativo perché si parla di un tradimento), non si può non farsene carico, non si può pensare di tornare indietro e cancellare tutto, come moltissime volte sento dire nei primi due o tre colloqui. 


Diventa quasi una mantra, soprattutto nel momento in cui c’è un grande senso di colpa da parte di uno dei due, che solitamente dice “ah, se solo potessi tornare indietro; ah quanto sono stato/a stupido/a; cosa posso fare per poter cancellare tutto?”. Nulla di meno efficace.


Dobbiamo concentrarci invece sul che cosa si può fare per riscoprire quali sono i valori della coppia, riscoprire quali sono le colonne portanti del legame e capire cosa possiamo cambiare/sistemare per tornare ad essere felici, tornare contenti. E’ inverosimile poter credere che tutto possa tornare come prima, poiché del tradimento ne dobbiamo prendere atto, è successo, non si può dimenticare e proprio perché non si può dimenticare è ancora più deleterio forzarsi a farlo.


Ciò che invece diventa molto più funzionale è riuscire a capire cosa lo ha determinato, ma soprattutto lasciare sensibili gli “allarmi” che che riescono ad intercettarne il rischio. Ossia, una volta che una coppia è passata attraverso un tradimento e ha scelto di rimanere insieme, quindi di riorganizzarsi, anche a fronte di ciò che ha vissuto, è importante che questa nuova sensibilità, questa nuova consapevolezza, legata alle dinamiche dell’evento venga mantenuta.


Il consiglio è quello di tenere gli allarmi attivi, ovvero riuscire a mantenere una certa sensibilità rispetto a tutte quelle dinamiche, a tutti quei problemi, che sono stati individuati come causa del tradimento, in modo tale che nel momento in cui ci si ritrovi nuovamente in una situazione simile possa essere messa in atto una soluzione ancor prima che si generi un (nuovo) problema (potenzialmente troppo grande per la coppia). 


Togliamoci dalla testa che per superare il tradimento si deve far “tornare tutto come prima”. Per superare il tradimento si deve rifondare la coppia, in particolare partendo da quali sono i capisaldi che prima l'hanno fatta scegliere e che successivamente sono stati utilizzati per costruirla, poiché, nel bene o nel male, nel momento in cui un evento occorre, è impossibile cancellarlo, è impossibile tornare indietro. 


La coppia è un come un fiume, è un lento scorrere, se ne può governarne la direzione, ma non invertirne la rotta.

Vuoi saperne di più?

Il Network

Minds - Psicologia per lo sviluppo
CHANGE - Centro di Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Minds - Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Mama-o