Il disturbo schizotipico di personalità è l’ultimo dei disturbi di personalità del cluster A che andiamo ad analizzare, dopo il disturbo paranoide e quello schizoide. Chi soffre di disturbo schizotipico di personalità è caratterizzato da un’incapacità di mantenere relazioni strette e da alterazioni del pensiero e del comportamento associate ad eccentricità o bizzarria.

Il disturbo schizotipico si presenta spesso in comorbidità con disturbi dell’umore (come la depressione maggiore) o una tendenza all’utilizzo di sostanze e alcool e colpisce circa il 3,9% della popolazione (secondo studi effettuati negli Stati Uniti); le persone schizotipiche, inoltre, ritengono di avere un qualche tipo di capacità bizzarra, pensano di essere telepatiche o chiaroveggenti e vivono esperienze sensoriali e percettive particolari come il sentire le voci. Il linguaggio che utilizzano è a sua volta bizzarro, l’affettività è incongrua, possono essere persone sospettose o paranoiche e hanno difficoltà a mantenere legami sociali.

Questo disturbo può essere confuso con la schizofrenia (che è un disturbo psicotico) poichè in molti casi è prodromico e cioè va ad anticipare una diagnosi di schizofrenia. Anche in questo caso la modalità di cura elettiva prevede un percorso di psicoterapia abbinato ad un intervento psichiatrico.

Contattami

Se le emozioni che proviamo ci impediscono di vivere come vorremmo, al punto da condizionare negativamente la nostra vita, è il momento di chiedere aiuto.








Partners

Contattami