Come riconquistare la fiducia dopo un tradimento?

Questa è una delle domande che mi arriva più spesso, sia tramite social ma anche nella stanza di terapia.

La fiducia è una delle principali cose che viene compromessa nel momento in cui si scopre un tradimento poiché aspetto essenziale su cui la coppia stessa si basa.

Per spiegare la fiducia potremmo utilizzare la metafora del vaso di ceramica, nel momento in cui si spezza la prima volta è relativamente semplice poterlo ricomporre. Si prende la colla, si riuniscono i cocci che generalmente sono grossi ed il risultato finale capita sia più bello del vaso iniziale. C’è infatti una tecnica Giapponese, Kintsugi, che permette di ricomporre i cocci rotti dei vasi attraverso dell’oro in modo da impreziosire ancor di più qualcosa che prima era rotto ed era è ricomposto, non dovendo necessariamente nascondere le crepe ma esaltarle. Naturalmente qualora il vaso dovesse rompersi una seconda volta i cocci risulteranno ancor più piccoli pertanto sarà ancor più complesso mettersi assieme. In entrambe le situazioni di rottura in ogni caso il momento più delicato dell’operazione è naturalmente il momento di rottura, quando i cocci sono ancora rotti e non sono ricomposti.

La fiducia funziona esattamente nello stesso modo, una prima volta che viene tradita è possibile ricostruirla mettendo dell’oro tra le crepe. Questa è un’operazione estremamente delicata e per farlo si deve anche passare attraverso il conflitto. Per ricostruire una relazione e la fiducia è necessario essere estremamente aperti, sinceri, trasparenti con sé stessi e con l’altro in modo tale da poter capire qual è la dimensione di questi cocci e riuscire a rimetterli insieme ancor meglio di prima.

Passare attraverso il conflitto significa anche evitare ingenue giustificazioni come “è capitato” poiché le motivazioni alla base sono tante e sono profonde quindi ha molto più senso dirsi “ho dubbi sulla nostra relazione”. L’aspetto fondamentale affinché si possa inserire l’oro tra le crepe della fiducia è pertanto la sincerità, l’apertura e la disponibilità al dialogo e alla discussione. Primi mattoncini necessari alla sua costruzione.

 

 

 

 

Contattami

Se le emozioni che proviamo ci impediscono di vivere come vorremmo, al punto da condizionare negativamente la nostra vita, è il momento di chiedere aiuto.








Partners

Contattami